INVASIONE NCC

L’invasione dei taxi di lusso abusivi. Si spostano di città in città, a seconda degli eventi di maggiore richiamo, rubando il lavoro ai colleghi che hanno regolare autorizzazione. Un fenomeno che sta dilagando da Catania verso il nord Italia e Milano, accaparrandosi non solo i clienti cinesi, ma adesso anche tutti gli altri visti i prezzi altamente concorrenziali applicati.

Un modus operandi che era già stato oggetto di molte polemiche da parte dei tassisti pratesi che si sono trovati più volte a fare i conti con l’abusivismo dilagante nel settore dei trasporti delle persone. L’allarme adesso viene rilanciato dall’associazione Azione Ncc, che si occupa delle auto di lusso a noleggio con conducente. Azione Ncc parla di un’organizzazione radicata in tutta Italia che si serve di siti internet per pubblicizzare i servizi offerti e che usa un’app simile all’Uber americano.

NCC CATANIA

Stesso problema ritroviamo a Catania dove l’abusivismo da NCC tocca tasso altissimi.

Jonicatour dal 1960 offre un servizio affidabile e di qualità.

“Da tempo si vedono orientali alla guida di van lussuosi, auto che costano 60/70mila euro – dicono dall’associazione – E’ difficile che un privato usi mezzi del genere. Si vedono alla stazione ma anche all’aeroporto nei periodi di maggior afflusso turistico. Si comportano come professionisti e quando vengono fermati sostengono di essere parenti e amici dei trasportati. Un fenomeno con cui abbiamo convissuto per due anni ma che ora sta assumendo contorni preoccupanti. I cinesi hanno sempre preferito usare mezzi di connazionali ma, ultimamente, queste macchine sono aumentate a dismisura. Abbiamo l’impressione che dietro ci sia un’organizzazione ben radicata che sposta nelle varie città questo piccolo esercito di auto di lusso.

Comments are closed.

  • Partner links